Certificazione di qualità
N° 22190/10/S

Locandina Inaugurazione Centro Diurno RamO

E’ ora di far festa! Il Gruppo In è lieto di invitarvi all’inaugurazione del Centro Diurno RamO, a Serina in Via Valle 12, il 18 Maggio 2019 alle ore 11,00. Poi si potrà visitare il Centro sino alle ore 16,00. La giornata si concluderà con una merenda aperta a tutti.

Un Centro Diurno per la disabilità a Serina, per il paese e per la valle. Un progetto voluto dal Gruppo In, costituito dalle cooperative Contatto, La Bonne Semence e ProgettAzione.

Per rispondere a qualche necessità, per dare risposte alle persone e alle loro famiglie e ricordare a tutti che, anche se lontani dai centri che “decidono”, possiamo avere i servizi che servono.

L’inaugurazione di una nuova struttura è un momento di festa e l’occasione per i ringraziamenti.
Festa perché abbiamo uno spazio nuovo, per il paese, per la comunità, per tutti. Nuovo! Per nuove opportunità di sorridere, incontrarsi, stare insieme e… lavorare. 

Sabato il Centro RamO si inaugura: alle 11.00 con la manifestazione ufficiale, poi resta aperto per cominciare a conoscerlo e alle 16.00 una merenda per stare insieme e raccontarcela.

Non dimentichiamo i ringraziamenti: a tutti coloro che hanno reso possibile questa “impresa”. Alla famiglia che ha messo a disposizione lo spazio, a che ci ha aiutato a sistemarlo, a chi ci ha fatto gli sconti sul mobilio, a chi ci ha sostenuto anche solo con un sorriso o un cenno di approvazione. Alla stupenda comunità di Serina tanto capace di “accogliere”. Grazie a tutti, davvero.

Dietro il nome RamO c’è una storia. E se venite all’Inaugurazione, qualcuno certo ve la racconterà.

Ritenendo particolarmente rilevante la diffusione di queste informazioni, riportiamo il comunicato della Società Italiana di Psichiatria in merito alle dichiarazioni del Ministro dell’Interno sulla situazione della psichiatria in Italia:


“Il Ministro Salvini dichiara che in Italia sarebbe in atto una “esplosione di aggressioni” da parte di “pazienti psichiatrici”. Gli italiani debbono sapere che si tratta di una notizia destituita di ogni fondamento: il 95% dei reati violenti commessi nel nostro Paese è attribuibile a persone cosiddette “normali” .

E’ più probabile che una persona che soffre di un disturbo mentale sia vittima, non carnefice.

Diffondere false notizie come quelle date dal Ministro non fa altro che aumentare paure infondate sulle persone affette da disturbi psichici, etichettandole ingiustamente ed indiscriminatamente come “pericolose”, aggravandone il già tremendo fardello dello stigma e della discriminazione. Se la persona ammalata fosse tuo figlio come ti sentiresti? 

Roberto Belotti presenta il libro "Tornando a Casa" presso la Comunità La Bonne Semence 2 di Oltre il Colle

Se il viaggio delle spoglie di Papa Giovanni XXIII in terra bergamasca ha ricordato a tutti l'importanza storica e religiosa di Angelo Giuseppe Roncalli, la serata di Venerdì 25 Maggio tenuta da Roberto Belotti presso la Bonne Semence, ci ha ricordato quanto, in realtà, siamo tutti parte di una grande famiglia.

Già, perché proprio come in un dopocena in famiglia, Roberto ha preso virtualmente tra le mani l'album delle vecchie fotografie, iniziando a sfogliarlo ripescando storie e volti da un passato, nemmeno troppo lontano, nel quale persone e luoghi serinesi si sono intrecciati alla storia del Papa Buono.

Cerca

Ultime news

  • Facciamo festa! Il 18 maggio inauguriamo il Centro Diurno RamO, a Serina. Siete invitati!

    Locandina Inaugurazione Centro Diurno RamO E’ ora di far festa! Il Gruppo In è lieto di invitarvi all’inaugurazione del Centro Diurno RamO, a Serina in Continua
  • La Psichiatria in Italia: facciamo chiarezza

    La Psichiatria in Italia: facciamo chiarezza Ritenendo particolarmente rilevante la diffusione di queste informazioni, riportiamo il comunicato della Società Italiana di Psichiatria in merito alle dichiarazioni Continua
  • Una serata con Giovanni XXIII

    Roberto Belotti presenta il libro Se il viaggio delle spoglie di Papa Giovanni XXIII in terra bergamasca ha ricordato a tutti l'importanza storica e religiosa Continua
  • 1

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies (anche di terze parti). Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo da parte nostra dei cookie. Maggiori informazioni & Blocco Cookies