Certificazione di qualità
N° 22190/10/S

Foto della stretta di mano tra Elena Carnevali e Cesare Vismara durante la conferenza

Sabato 1 agosto in conferenza stampa presso la Sala Zapparoli abbiamo presentato l'atto di Trust stipulato tra La Bonne Semence e la famiglia Vismara, una tra le prime esperienze in Italia.

Si tratta di un prezioso strumento per assicurare alle famiglie di persone con disabilità un futuro dignitoso e stabile dei loro cari all'interno della comunità di appartenenza. Progetto che altresì mira ad evitare, soprattutto quando i familiari non saranno più presenti, soluzioni di istituzionalizzazione delle persone affidate. Compito strategicamente rilevante per contribuire ad una cultura che guarda alla fragilità come risorsa e che mette al centro la costruzione di reti comunitarie.

Il trust è previsto dalla Legge n. 112/2016, comunemente nota come Legge sul Dopo di noi,redatta dall'on. Elena Carnevali alla Camera. L'Onorevole sabato era con noi per spiegare gli strumenti messi a disposizione per l'inclusione sociale e per sottolineare quanto sia importante progettare percorsi di vita di persone con disabilità finché i loro familiari sono ancora in vita, in modo da concentrarsi sulle caratteristiche indivuduali del soggetto, sulle sue abitudini e sui suoi progressi per costruire un progetto quanto più di successo.

La Vita di Samantha è stato realizzato con La Bonne Semence grazie alla famiglia Vismara per la propria figlia Samantha proprio in quest'ottica. Ma c'è di più: nel momento in cui Samantha verrà a mancare, il beneficiario diverrà collettivo, cioè i beni e le risorse economiche messi a disposizione inizialmente per Samantha, verranno utilizzati per sostenere nuovi progetti a sostegno di persone in situazione di fragilità.

Ma il trust cos'è?

Come indica il nome "trust", fiducia, è un atto giuridico che prevede l'affidamento di beni o risorse economiche da parte della famiglia a un soggetto terzo, il quale dovrà amministrare questo patrimonio al meglio e secondo gli accordi per assicurare un futuro stabile alla persona con disabilità che ne è beneficiaria.

Sono previsti più soggetti:

- il disponente, cioè il familiare che mette a disposizione dei beni o delle risorse economiche (nel nostro caso Cesare Vismara)

- il trustee, la persona a cui vengono affidati tali beni e che deve amministrarli secondo il volere del disponente per il futuro del beneficiario (nell'atto descritto Flavio Valli)

- il guardiano, che deve vigilare sull'operato del trustee (Giuseppe Morosini)

- il beneficiario, la persona con disabilità per cui viene realizzato l'accordo (Samantha Vismara)

 

Per approfondire:

Bergamo News

L'Eco di Bergamo

Corriere della sera

Bergamo TG (minuto 12:30)

  

Cerca

Ultime news

  • Fondazione Cariplo: in chiusura il Progetto Maj Home

    Appartamenti protetti a Bergamo - La Bonne seence I 7 appartamenti per percorsi di autonomia abitativa che La Bonne Semence ha in utilizzo presso la nuova struttura della Continua
  • #Homemade: Vota la tua foto preferita!

    Volantino per votare le foto Come ogni anno durante il mese della salute mentale si svolgono eventi di sensibilizzazione al tema. Tra questi il concorso Continua
  • Progetti di Housing Sociale in centro Bergamo

    Foto del discorso delle sorelle Morzenti all'inaugurazione Grazie a Fondazione Morzenti, sono stati inaugurati in via Angelo Maj a Bergamo 23 nuovi appartamenti per progetti di housing Continua
  • 1

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies (anche di terze parti). Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo da parte nostra dei cookie. Maggiori informazioni & Blocco Cookies